19/11/2017
MATTEO DIANA
 Scrivi a MATTEO DIANA
Roma 14/03/1951

1967 Finite le scuole di rito inizia a lavorare presso " La casa del Pescatore " un'istituzione per gli sportivi romani. Una scelta suggerita dalla sua grande passione per il mondo sommerso, che aveva scoperto con le prime immersioni in apnea già diversi anni prima durante le vacanze estive.

1972 Frequenta corsi diretti alla formazione professionale in campo subacqueo.

1976 Aggiunge alle sue molteplici attività anche la speleologia subacquea arricchendo sempre di più la sua esperienza.

1979 Entra a far parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino come tecnico subacqueo speleologo, un incarico che premia la sua esperienza in entrambi i campi.

1982 Inizia la sua attività di istruttore subacqueo presso il " Centro Subacqueo Romano ". 1983 - 1984 Sono gli anni in cui si specializza tecnicamente nelle riparazioni di, erogatori, bombole, fucili subacquei e strumentazione subacquea in genere, collaborando attivamente allo sviluppo dei prodotti delle maggiori industrie del settore, collaudandone i prodotti prima del lancio sul mercato.

1984 Partecipa alla spedizione " Malpaso " in Messico come Speleosub.

1986 Fonda insieme ad alcuni amici istruttori il primo Diving Center Italiano a Cozumel nei Caraibi Messicani, organizzando viaggi che riscuotono un enorme successo, inizia l'esplorazione della risorgenza dell'Inferniglio nelle vicinanze di Roma.

1988 Si specializza in particolare nel campo delle nuove strumentazioni elettroniche (computer subacquei).

1990 Gennaio insieme ad alcuni fedeli compagni - Tullio Bernabei - Gaetano Boldrini - Marco Topani - Tono de Vivo e Marco Leonardi - scendono ed esplorano sistematicamente per la prima volta il lungo canyon del "Rio la Venta " nel Messico meridionale, alla ricerca dei grandi sistemi sotterranei della regione e sulle tracce di antiche civiltà.

1993 Partecipa al " Progetto Cenotes " le meraviglie sommerse dello Yucatan insieme a Luigi Casati. Realizzando un documentario che andrà in onda sulle reti Mediaset con un altissimo grado di ascolto. Il quale documentario vince in Messico il Premio " Lente de Plata ".

1994 Partecipa insieme a Roberto Rinaldi alla spedizione "Hielo Patagonico" organizata dall'Associazione La Venta ed in collaborazione con Aquatica. Saranno i primi subacquei al mondo ad immergersi nel cuore di un ghiacciaio. Oggetto delle studio è il ghiacciaio Perito Moreno, una delle " piccole " lingue laterali ( 60 km ) che scendono dallo Hielo Continental. Nel corso della spedizione vengono realizzate le prime immersioni glaciospeleosubacquee del mondo, sia nei crepacci allagati in superficie sia nelle gallerie orizzontali di trasporto dell'acqua. Immersioni che richiedono attrezzature sofisticate e grande esperienza, se si pensa che la temperatura di queste acque è vicinissima a O° , e che per la prima volta vengono messi a punto metodi e tecniche esplorative in questo campo.

1998-2000 Si specializza nelle immersioni tecniche in Miscele, le quali permettono di raggiungere profondità molto elevate. Partecipa insieme ad altri sub romani alla spedizione " Viminale " un relitto scoperto nel marzo del 2000 e che giace su di un fondale di oltre 100 metri.

2002 Partecipa alla spedizione " Oliero 2002 " durante la quale Luigi Casati ha effettuato una progressione di 2603 metri.



<< indietro
^^ top
Sviluppo Siti Internet